Immagine 04 Cuori Evasioni dentro e fuori la mia cucina Immagine 04 Cuori

mercoledì 10 febbraio 2016

Castagnole alla ricotta del Martedì Grasso

Giovedì Grasso avevo fatto quelle ripiene di crema (QUI)...meravigliose e super-golose.
Anche ieri, Martedì Grasso, non potevo non fare un piccolo dolcetto di Carnevale per deliziare me e la mia famiglia, però stavolta ho optato per qualcosa di più semplice e veloce, ma comunque sfizioso. 
Mi sono messa ad impastare farina, uova, ricotta, zucchero e, in un battibaleno, ecco pronte queste Castagnole alla Ricotta. Certo non sono pretenziose come quelle alla crema, ma a me piacciono ugualmente tanto: delicate di ricotta  e profumate di anice o agrumi; croccantine fuori e soffici dentro. Portate in tavola fanno subito festa, specie se accompagnate da un buon bicchiere di Albana Dolce di Bertinoro. 

Castagnole alla ricotta


Castagnole alla ricotta

Castagnole alla Ricotta


Ingredienti:
  •  280 gr di farina 0
  •  1 uovo
  •  180 gr di ricotta vaccina
  •  50 gr di burro morbido a pezzetti
  •  70 gr di zucchero semolato
  •  1 bustina di lievito per dolci tipo paneangeli
  •  q.b. di sambuca o liquore all'anice
  •  q.b. pasta di mandarino o scorza grattugiata*
  •  scorza grattugiata di un limone
  •  Olio di arachidi per friggere 
  •  Q.b. di zucchero a velo

 la mia pasta di mandarino non è altro che buccia di mandarini (meglio non trattati o bio, ma io non li trovo) lavati benissimo con acqua e bicarbonato, frullata a poltiglia con dello zucchero, messa in piccoli contenitori (io, ad es., uso gli ovetti gialli delle sorprese Kinder di quando i miei ragazzi erano piccoli) che conservo in freezer, da utilizzare all'occorrenza come aromatizzante.


Procedimento:
  • In una terrina impastare tutti gli ingredienti tranne la sambuca, la pasta di mandarino, l'olio di arachidi e lo zucchero a velo. Si deve ottenere un composto morbido, ma non troppo appiccicoso. Nel caso, aiutarsi con un po' di farina.
  • Dividere questo impasto in due parti:  in una inserire la sambuca e nell'altra la pasta o la scorza di mandarino. Formare due palle, appiattirle e passarle in freezer per 15'.
  • Appoggiarle sul tagliere e appiattirle col mattarello ad un spessore di circa 2 cm. Con una rotella tagliapizza o un tarocco, tagliare prima delle strisce in senso orizzontale larghe 2 cm e poi in senso verticale della stessa larghezza, ottenendo così dei cubetti di pasta tipo gnocchetti. 


  • Passarli tra le mani e, con movimenti circolari, arrotondarli formando delle palline.


  • Tuffare le palline in olio profondo bello caldo, tenendo separate, volendo, quelle all'anice da quelle al mandarino. Cominceranno a gonfiarsi e a colorirsi. Dopo poco, abbassare un po' la fiamma per favorire una cottura omogenea sia all'esterno che all'interno, evitando che si coloriscano eccessivamente.


  •  Quando raggiungono la colorazione della foto qui sotto, prelevarle, farle scolare su una gratella e passarle su carta assorbente.

  • Spolverarle con abbondante zucchero a velo fatto scendere da un colino.

Castagnole alla ricotta


Castagnole alla ricotta - L'interno soffice in contrasto con l'esterno croccantino!


Aggiornamento del 27 Febbraio 2017

Per la serie "Rifatti da voi", ecco le mie Castagnole alla Ricotta riproposte dalla bravissima Micol Giovanelli del blog http://incucinaconmicol.blogspot.it/



                               Immagine 04 Cuori  Alla prossima "Evasione"...non so se dolce o salata!   Immagine 04 Cuori

Se trovi interessanti le mie ricette, Ti invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle  novità del mio blog. Allora clicca qui:  "Dolci" Evasioni e spunta la voce "Mi piace"  Grazie!


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...